Walter Trout We’re all in this together

Walter Trout We’re all in this together

0 Di 5

26,00

COD: Model: QJNH8 Categoria: Tag:

Prima di effettuare ogni acquisto on-line telefonare in negozio al nr. 0697245677 oppure inviare una email per sapere la disponibilità.

Descrizione

Non sono mai stato appassionato ai guitar heros, Walter Trout è uno di loro. È un grande musicista, per questo l’ho sempre visto a fianco di un leader e mai in veste solista. All’inizio della sua carriera, fine ’60 inizio ’70 è al servizio di grandi nomi del blues e del soul, come Percy Mayfield, Deacon Jones, Joe Tex e soprattutto John Lee Hooker. Nel 1981 divenne chitarrista dei Canned Heat, che furono la chiave per entrare a far parte dei John Mayall & The Bluesbreakers. In questo periodo che durò fino al 1989 divise compiti e ruoli sul palco con l’altro chitarrista Coco Montoya. Divenuto leader della Walter Trout Band riuscì a conquistare un buon seguito in Europa e principalmente in Scandinavia. In più di vent’anni di carriera ha pubblicato molti dischi, tutti discreti, nessuno sopra la media e senza mai uscire dagli stilemi classici del genere. Purtroppo nel 2013 gli fu diagnosticato un tumore al fegato, ed era quasi un malato terminale. Grazie alle instancabili cure e all’interesse della moglie è riuscito ad ottenere un fegato nuovo ed anche finanziamenti da amici musicisti che lo hanno salvato economicamente. Da quel momento è rinato, sia fisicamente che musicalmente. Ha pubblicato un paio di album ‘Battle Scars’ e ‘Alive In Amsterdam’, che ce lo presentano in forma e motivato come non mai. Ma è con il nuovo album ‘We’re All In This Together’ che si mostra scintillante come non l’abbiamo mai sentito. È un disco di duetti, con canzoni nuove scritte appositamente per questo lavoro. Tra gli ospiti si susseguono tra gli altri Kenny Wayne Shepherd, Sonny Landreth, John Mayall, Warren Haynes e Robben Ford. Non è stato semplice terminare il lavoro, i musicisti coinvolti avevano i loro tempi, per cui il disco, previsto per fine febbraio, è uscito solo ora. Ma ne è valsa la pena, poiché credo che sia il suo capolavoro. ‘Gonna Hurt Like Hell’ è un duetto con Kenny Wayne Shepherd, si alternano negli assoli e ci conducono alla grande nell’album. Stupendo il duetto con Sonny Landreth in ‘Ain’t Goin’ Back’, in cui si materializza nei nostri occhi la Louisiana, anche il questo caso botta e risposta tra i protagonisti. ‘The Other Side Of The Pillow’ ci trasporta nel Chicago blues degli anni ’60 con richiami alla Butterfield Blues Band; protagonista all’armonica e alla voce è il grande Charlie Musselwhite. Sorprendente è il duetto con Mike Zito in ‘She Listens To The Blackbird Sing’. L’atmosfera sudista ci rimanda alla Allman Brothers Band e soprattutto a ‘Brothers And Sisters’, con i suoi umori country oriented. L’unica cover dell’album è ‘The Sky Is Crying’, in cui rimaniamo incantati per il botta e risposta con Warren Haynes. A chiudere due grandi pezzi, ‘Blues For Jimmy T.’ un duetto con John Mayall, armonica ed acustica e voce per una ballata triste e pregnante. ‘We’re All In This Together ‘ è un blues lento di otto minuti in cui il nostro e Joe Bonamassa centellinano le note e ci donano emozioni a non finire.
Non l’avrei mai pensato, ma siamo di fronte ad un grande disco di blues elettrico come non sentivo da tempo.

Ogni spedizione per noi è un emozione da consegnare.

La spedizione del nostro materiale avviene con i migliori corrieri e riesce sempre a soddisfare tutte le aspettative dei nostri clienti.

Per spedizioni di prodotti di fascia alta ci occupiamo personalmente della consegna e del montaggio.

L'emozione dei nostri clienti passa per i nostri giradischi.

Informazioni aggiuntive

brand

[]